Alzheimer

E ora non resta
che la polvere delle idee
macerie di pensieri
esplosi nella mente
Come mi chiamo
Quanti anni ho
Dove abito
Occhi fissi
nei miei troppo stanchi
Solo quella musica
e quell’ombra accanto a me
Ma chi sei tu non ti conosco
Lasciatemi stare
desidero solo danzare
Piove fuori e dentro me
appesa ormai al nulla

Lia Grassi

Scultura di Tania Font

Blu mare

Lì fin dove giunge lo sguardo
siede il mio tempo
braccia conserte
a osservare il mondo
Fluisce il silenzio
lo assaporo con le dita
per cercare
tra mille battiti d’iride
la linea dove posare
i miei pensieri.
Pelle d’anima
il respiro del mare
curva eudemonica
del mio essere

Lia Grassi

Foto di un’opera realizzata con la carta da Daniele Papuli

Esisto

Avrò i polsi legati
dietro la schiena
userò le labbra e le nari
per scoprire ancora
il profumo delle rose
e gustare fragole e baci
Esisto
per questo rinasco
dopo ogni dolore
Esisto
per guardarmi negli occhi
per ricucirmi il cuore
per essere l’alba
sull’ipotenusa
della mia anima

Lia Grassi

Foto di Marco Autuori

Pianeti

Prima che tu vada
appoggio la testa
sulla tua schiena
ti abbraccio
ti stringo
mi annodo al tuo cuore
mi annodo al nostro tempo
al mio esserti luna
come se tu fossi fatto di sole
Quando il pensiero
lega i pianeti
stelle sulle mie gote
allungo una mano
per afferrare ciò che vorrei
nel sentire ancora i tuoi baci
ma il sogno rimane sogno
resta solo il silenzio vuoto
del mio attorno.

Lia Grassi 

Minuti di pioggia

Accarezza le labbra
il sapore della pioggia
così ha inizio un amore
come bacio d’amante

Polvere di poesia gocciata
la curva del tempo
minuto dopo minuto
a commuovere il cielo

Stille umide scivolate
nascoste nell’ anima
contrappunto sussurrato
dove pensieri prendono forma

Mille gocce mille baci
m’invento poeta
distillando i silenzi
e i segreti di noi

Lia Grassi

Ispirata da Dodici minuti di pioggia
del grande Sergio Cammariere

Luce

L’oro del silenzio
vive della rugiada
di luna e stelle
e tra le labbra
ebbre dei tuoi baci
rinasco acrobata
tra i segreti
dei tuoi sogni
Immagina il mio amore per te
vestito dai riflessi del nostro tempo
Primo giorno del mondo
la luce mi attraversa gli occhi
e si tuffa nel cuore d’un fiore
raccolto dalla mia pelle

Lia Grassi

Foto di Fabio Di Cola

Gocce

D’argento vivo
il colore della pioggia
tra angoli di gocce
spazi asciutti
mi ci infilo
in punta di piedi
mi ci sdraio
la pelle del silenzio attorno
Interno voce
mordo questo tempo
annodato a un nome
curve d’acqua
salata d’amore
petali come ciglia
fiato di seta
unico respiro

Lia Grassi

Foto di Fabio Di Cola